Implantologia

Implantologia

L’implantologia è una delle branche più importanti dell’ortodonzia. In generale si può dire che la guarigione di un impianto vari dai 3 ai 6 mesi. Questo aspetto viene considerato fondamentale per fare in modo che il tessuto cicatriziale fibroso non rappresenti un ostacolo al processo di guarigione.

In alcuni casi l’impianto può essere utilizzato anche dopo il suddetto lasso di tempo, grazie in particolare a sistemi di verifica che permettono un monitoraggio della stabilità dello stesso grazie al ricorso alla frequenza di risonanza.

Importante è anche l’ambito dell’implantologia estrattiva. Di cosa si tratta? Del processo che si concretizza con l’inserimento di un impianto subito dopo l’intervento di estrazione del dente, bypassando i tradizionali tempi di guarigione.

Questa tecnica chirurgica è oggi molto utilizzata, in quanto gli impianti post estrattivi sono contraddistinti da diversi vantaggi. Tra i più importanti è possibile ricordare la possibilità di mantenere più facilmente il profilo dei tessuti molli, preservando maggiormente anche i volumi delle creste ossee.

L’implantologia post estrattiva permette anche di apprezzare una riduzione generale della durata del trattamento. Come dimostrato da diversi studi internazionali, l’approccio implantologico post estrattivo può avere il medesimo successo dell’implantologia tradizionale, che prevede il fatto d’inserire l’impianto in un osso ormai guarito.

I vantaggi principali dell’approccio implantologico post estrattivo sono soprattutto due: il primo riguarda la possibilità di evitare al paziente un secondo intervento, finalizzato all’inserimento dell’impianto nel sito osseo già guarito, ossia circa 2-4 mesi dopo l’estrazione.

In secondo luogo è bene ricordare che l’approccio implantologico post estrattivo riduce il lasso di tempo che passa tra l’estrazione del dente e il processo di protesizzazione. In questo modo, come già specificato, si ha la possibilità di diminuire notevolmente la durata del trattamento.

Oltre a queste alternative esiste anche l’implantologia a carico immediato. In cosa consiste? Nella scelta, come è chiaro dalla definizione stessa, di caricare immediato dell’impianto, che viene posizionato immediatamente sul dente provvisorio.

In quali casi è possibile procedere con questa tecnica? Quando l’elemento mancante è interposto tra altri denti ed è necessario ridurre il carico masticatorio.

Oggi, grazie all’ausilio d’innovativi software di valutazione radiologica, lo specialista ha dalla sua parte un aiuto tecnico molto importante, che gli permette di pianificare in maniera dettagliata l’iter dell’intervento da effettuare, individuando in maniera molto precisa la posizione migliore per l’impianto all’interno dell’osso.

Si tratta di un approccio tecnico molto innovativo ma alquanto costoso, in quanto necessita di un ottimo livello di precisione nell’iter di progettazione.

Prenota il tuo appuntamento presso lo studio a te più vicino:

Orsenigo (CO)

Via Alessandro Volta, 1
Tel: 031.630612

Dolzago (LC)

Via Vincenzo Bonacina, 7
Tel: 0341.451429

I commenti sono chiusi